1000 Miglia Srl utilizza i cookies per migliorare l’esperienza di chi naviga questo sito. Se prosegui la navigazione acconsenti a questo trattamento. Per ulteriori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra “cookie policy”.

Mille Miglia

Il 1926

Una serie di leggi "fascistissime" sovverte lo Statuto, distruggendo lo stato liberale e istituendo il regime fascista: il Parlamento viene esautorato e il capo del governo, Benito Mussolini, acquista un potere pressoché assoluto. Partiti e sindacati sono soppressi; con un decreto sono chiusi quei pochi giornali d'opposizione che già non erano stati costretti a cessare l'attività, tramite attentati e ogni forma di violenza, l'anno prima.

Gli italiani - anche quelli che non vorrebbero farlo - portano all'occhiello il distintivo col fascio littorio del PNF. Con l'irriverenza tipica dei loro animi poco malleabili, i bresciani ribattezzano il distintivo "sömega", la cimice.

In Gran Bretagna si verifica una violentissima protesta operaia, mentre in Giappone Hiroito sale sul trono.

Gli automobilisti gioiscono perché è approvato il progetto dell'autostrada Brescia-Bergamo e viene aperta, fino a Riva del Garda, la strada statale "Gardesana Occidentale".